La frazione non saponificabile estratta dall’olio d’oliva è costituita chimicamente e prevalentemente da squalene (80%) e per la restante parte da idrocarburi, alcoli triterpenici ed alifatici, steroli, tocoferoli (Vit E) e carotenoidi(Pro Vit A). In virtù delle sue affinità con il sebo cutaneo, l’insaponificabile di olio d’oliva possiede spiccate proprietà emollienti e sebo-restitutive.

Svolge inoltre un’importante azione a livello del trofismo cutaneo stimolando i processi riparativi di derma ed epidermide. Nel corpo umano, lo squalene è uno dei più importanti costituenti del sebo, una sostanza oleosa che mantiene idratato lo strato più superficiale dell’epidermide rallentando l’evaporazione dell’acqua. Il sebo, inoltre, protegge la pelle da aggressioni di varia natura (detergenti, prodotti chimici, microrganismi, radiazioni solari ecc.).

Alcune ricerche attribuiscono allo squalene anche un’azione protettiva contro il cancro della pelle, grazie alla sua capacità di combattere i radicali liberi ed assorbire le radiazioni solari dannose.

La frazione non saponificabile estratta dall’olio d’oliva è utilizzata per la formulazione di prodotti cosmetici destinati al trattamento delle pelli secche e disidratate e alla prevenzione di rughe e smagliature. È utile per la preparazione di saponi e detergenti dove mostra una buona capacità di ridurre l’azione sgrassante dei tensioattivi sulla cute.

Può essere utilizzato in prodotti solari e/o doposole in virtù della sua attività foto-protettiva e di riparazione della cute dai danni indotti dai raggi solari. Si inserisce nella fase grassa di emulsioni, lipogeli o oleoliti. È un ingrediente sicuro a qualsiasi concentrazione d’uso.